Skip to main content
Logo della Commissione europea
EURES
Articolo27 luglio 2021Autorità europea del lavoro, Direzione generale per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione

Perché le competenze trasversali e l’intelligenza emotiva sono più importanti che mai

Il mondo dopo la COVID-19 può essere pieno di sfide e incertezze. Di conseguenza, per poter navigare in questi tempi difficili, le aziende necessitano di lavoratori emozionalmente intelligenti provvisti di una serie di competenze trasversali.

Why soft skills and emotional intelligence are more important than ever
Unsplash

Le competenze trasversali sono legate al modo in cui si interagisce con i propri colleghi, si risolvono i problemi e si gestisce il proprio lavoro, mentre l’intelligenza emotiva è l’abilità di comprendere ed essere consapevole delle proprie emozioni e di quelle altrui. In questa sede si esaminano alcune di queste competenze, e perché di questi tempi sono più importanti che mai.

Autonomia e responsabilità

Il lavoro da remoto ha portato a una maggiore autonomia per i collaboratori, e questa potrebbe rimanere una caratteristica permanente del mercato del lavoro post-COVID-19. Benché, nel lungo periodo, l’incremento del lavoro da remoto abbia il potenziale di migliorare la produttività e altri indicatori economici e sociali (ad esempio il benessere, uguaglianza di genere e regionale, gli alloggi, le emissioni), il suo impatto complessivo comporta dei rischi, soprattutto in termini di innovazione e soddisfazione dei collaboratori. Molti lavoratori riferiscono in merito a «ore di straordinario non retribuite», dovute a una separazione sempre più opaca tra la loro vita professionale e personale. Per limitare questo fenomeno, i lavoratori devono essere in grado di gestirsi autonomamente. Devono essere in grado di porre dei limiti, massimizzare la loro produttività all’interno dell’orario di lavoro, e assumersi responsabilità qualora necessario, non rinunciando alle pause assegnate e alle ferie, al fine di evitare un possibile burnout.

Comunicazione e collaborazione proattive

Interazioni fisiche limitate in uno spazio di lavoro condiviso implicano una forte riduzione della possibilità di imparare dai colleghi. Di conseguenza, i collaboratori devono sentirsi a proprio agio nel mostrare proattività nella ricerca di nuove competenze, conoscenze e riscontri.

Per minimizzare i disagi e favorire una cooperazione efficace, i collaboratori devono prestare attenzione al modo in cui i loro colleghi desiderano essere contattati, e sviluppare un senso di «etichetta digitale». Ad esempio, preferiscono messaggi di posta elettronica lunghi o dettagliati o una telefonata? Con quale frequenza vogliono essere aggiornati nello svolgimento di un’attività? Sono a loro agio con le videochiamate o potrebbero voler essere contattati tramite messaggistica istantanea?

Il lavoro da remoto richiede anche una nuova enfasi sul «linguaggio corporeo virtuale». Per essere efficaci quando si partecipa a riunioni virtuali, i lavoratori devono essere consapevoli dal modo in cui si presentano, rimanendo professionali e piacevoli dal principio alla fine. Questo comprende il mantenimento del contatto visivo attraverso la telecamera, evitando eccessiva irrequietezza, spegnendo il microfono quando opportuno, e mantenendo una posizione eretta e impegnata.

Intelligenza emotiva ed empatia

La crisi da COVID-19 ha comportato un fortissimo impatto su coloro che l’hanno vissuta in prima persona. Di conseguenza, molte persone possono trovarsi in una situazione di elevato stress, tra l’altro a causa di elevati carichi di lavoro, tensioni finanziarie, problemi di salute propri o di una persona amata, e la mancanza di assistenza per la custodia dei bambini. Come risultato, coloro che sono in grado di mostrare premura per le esperienze degli altri, pur bilanciando la responsabilità per la qualità del loro lavoro, sono più preziosi che mai.

Adattabilità e disponibilità allo sviluppo delle competenze

Per adattarsi al mercato post-COVID-19, le aziende stanno rivisitando le componenti critiche delle loro catene di approvvigionamento. Per affrontare questo problema, i lavoratori devono essere motivati ad aggiornarsi per soddisfare i nuovi requisiti nell’ambito del ruolo ricoperto, e continuare a concentrarsi sullo sviluppo di un insieme di competenze pertinenti per le esigenze del nuovo mercato.

Ci auguriamo che questo articolo abbia offerto qualche utile spunto sul perché le competenze trasversali e l’intelligenza emotiva sono più importanti che mai.

Chi fosse interessato a letture di approfondimento sul mondo del lavoro dopo la COVID-19 può leggere il nostro articolo relativo ai 7 importanti suggerimenti per ridurre l’ansia da rientro in ufficio.

In partenariato con EURES, il portale europeo della mobilità professionale.

 

Link correlati

7 importanti suggerimenti per ridurre l’ansia da rientro in ufficio

Ricerca consulenti EURES

 

Per saperne di più

Giornate europee del lavoro

Trova consulenti EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

Temi
Notizie sul mercato del lavoro/notizie sulla mobilitàTendenze di reclutamentoGioventù
Sezioni correlate
Vita e lavoro
Settore
Accomodation and food service activitiesActivities of extraterritorial organisations and bodiesActivities of households as employers, undifferentiated goods- and servicesAdministrative and support service activitiesAgriculture, forestry and fishingArts, entertainment and recreationConstructionEducationElectricity, gas, steam and air conditioning supplyFinancial and insurance activitiesHuman health and social work activitiesInformation and communicationManufacturingMining and quarryingOther service activitiesProfessional, scientific and technical activitiesPublic administration and defence; compulsory social securityReal estate activitiesTransportation and storageWater supply, sewerage, waste management and remediation activitiesWholesale and retail trade; repair of motor vehicles and motorcycles

Disclaimer

Gli articoli hanno lo scopo di fornire agli utenti del portale EURES informazioni su temi e tendenze attuali e di stimolare la discussione e il dibattito. Il loro contenuto non riflette necessariamente il punto di vista dell'Autorità europea del lavoro (ELA) o della Commissione europea. Inoltre, EURES ed ELA non approvano i siti Web di terzi sopra menzionati.