Skip to main content
Logo della Commissione europea
EURES
Articolo1 giugno 2021Autorità europea del lavoro, Direzione generale per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione

7 importanti suggerimenti per ridurre l’ansia da rientro in ufficio

Mentre sempre più persone stanno ricevendo il vaccino contro la COVID-19, le imprese di tutta Europa si stanno preparando a riaprire i loro uffici. Tuttavia, molti lavoratori dipendenti provano un senso di ansia all’idea di tornare in ufficio. EURES ha preparato alcuni suggerimenti per aiutarti.

Top 7 tips to reduce your back-to-office anxiety
Unsplash

Sentirsi in ansia per il ritorno in ufficio è assolutamente normale. Che tu sia in pensiero per la tua salute o per quella di un membro della tua famiglia, che provi apprensione all’idea del lungo viaggio verso il posto di lavoro o che tu abbia preso l’abitudine a lavorare da casa, l’ansia da rientro in ufficio non dovrebbe essere presa alla leggera. È ugualmente importante prendersi cura della propria salute mentale oltre che della salute fisica. Quindi, se il fatto di ritornare a lavoro ti provoca apprensione, abbiamo preparato alcuni suggerimenti per aiutarti a rendere più facile questa transizione.

Non reprimere i tuoi sentimenti

A volte, quando si è in ansia per il lavoro, si è in imbarazzo perché si pensa di essere gli unici a sentirsi così. È importante non reprimere l’ansia, ma affrontarla e cercare di capirne la fonte. Questo non significa che devi concentrarti sui tuoi sentimenti negativi. Affrontare le proprie paure e comprenderle è il primo passo per contrastarle.

Preparati alle nuove condizioni di lavoro

Le cose potrebbero tornare alla normalità, ma questo non significa che il tuo ambiente di lavoro sarà lo stesso di prima della pandemia. Potrebbero essere stati attuati cambiamenti per garantire la sicurezza dei lavoratori, come le norme per il distanziamento sociale e le mascherine obbligatorie. Potrebbero volerci alcuni giorni o settimane per abituarti a lavorare in questo nuovo ambiente e potresti accusare una maggiore stanchezza rispetto al solito alla fine della giornata lavorativa.

Mantieni un buon equilibrio tra vita professionale e vita privata

Lavorare da casa può avere degli svantaggi, ma molte persone riferiscono che ha notevolmente migliorato il loro equilibrio tra vita professionale e privata nonché il loro benessere. Non lasciare che il ritorno in ufficio influenzi la tua routine quotidiana. Per esempio, se sei abituato a fare una passeggiata all’ora di pranzo, attieniti a questa routine nonostante il tuo «nuovo» posto di lavoro e cerca di finire di lavorare in tempo quando possibile.

Individua i tuoi segnali di stress

Lo stress ha manifestazioni fisiche sul corpo, come la mandibola serrata, la tensione a livello di spalle e schiena o la respirazione toracica. Se ti senti in ansia in ufficio, prenditi un minuto per individuare questi segnali, fai qualche respiro profondo, rilassati e allunga quella parte del corpo.

Diffondi positività

Fai uno sforzo per essere una fonte di positività per i tuoi colleghi. Potrebbe essere difficile all’inizio, ma presto ti renderai conto che questo sarà d’aiuto sia per loro che per te. Questo approccio ti aiuterà a concentrarti sugli aspetti positivi del rientro in ufficio e a non soffermarti sugli scenari negativi.

Valuta l’opzione di modalità di lavoro flessibili

Scopri qual è la politica della tua azienda sulle modalità di lavoro flessibili. Potresti riuscire a concordare con il tuo datore di lavoro un approccio ibrido, in cui dovrai lavorare dall’ufficio solo alcuni giorni alla settimana. Potresti anche discutere della variazione del tuo orario di lavoro per evitare il traffico mattutino/serale.

Non avere paura di chiedere aiuto

Se ti senti sopraffare dall’ansia e hai bisogno di aiuto, chiedi alle Risorse umane informazioni in merito ai programmi di salute/benessere mentale a tua disposizione. Non esitare a contattare anche il tuo medico o un altro operatore sanitario per un sostegno.

La pandemia di COVID-19 ci ha cambiato la vita sotto molti aspetti, in particolare sul lavoro. Orari, strumenti, ambienti e priorità in ambito lavorativo hanno risentito della crisi sanitaria. Consulta questo articolo per scoprire perché lavorare nel 2021 potrebbe essere diverso.

 

Link correlati

Come la pandemia potrebbe incidere sul mondo del lavoro nel 2021

 

Per saperne di più

Giornate europee del lavoro

Trova consulenti EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

 

Temi
Affari/imprenditorialitàGioventù
Settore
Accomodation and food service activitiesActivities of extraterritorial organisations and bodiesActivities of households as employers, undifferentiated goods- and servicesAdministrative and support service activitiesAgriculture, forestry and fishingArts, entertainment and recreationConstructionEducationElectricity, gas, steam and air conditioning supplyFinancial and insurance activitiesHuman health and social work activitiesInformation and communicationManufacturingMining and quarryingOther service activitiesProfessional, scientific and technical activitiesPublic administration and defence; compulsory social securityReal estate activitiesTransportation and storageWater supply, sewerage, waste management and remediation activitiesWholesale and retail trade; repair of motor vehicles and motorcycles

Disclaimer

Gli articoli hanno lo scopo di fornire agli utenti del portale EURES informazioni su temi e tendenze attuali e di stimolare la discussione e il dibattito. Il loro contenuto non riflette necessariamente il punto di vista dell'Autorità europea del lavoro (ELA) o della Commissione europea. Inoltre, EURES ed ELA non approvano i siti Web di terzi sopra menzionati.