Skip to main content
Logo della Commissione europea
EURES
Articolo18 aprile 2019Autorità europea del lavoro, Direzione generale per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione

Social media: uno strumento per cercare lavoro?

Oltre due miliardi di persone usano ogni giorno i social media per tenersi in contatto con gli amici, condividere foto, guardare video divertenti... ma ci sono anche altri usi particolarmente utili e interessanti. In questo articolo esaminiamo i motivi per cui i social media possono essere il modo perfetto per trovare il lavoro ideale.

Social media: A job hunting tool?
EURES

LinkedIn

Un articolo sulla ricerca di lavoro sui social media non poteva iniziare senza citare LinkedIn. Il sito, inaugurato nel 2002, è stato specificamente progettato per la creazione di reti e il reclutamento professionale. Offre un’ampia varietà di strumenti e funzionalità, tra i quali abbiamo selezionato alcuni dei nostri preferiti.

Aderisci ai gruppi: un punto di partenza ovvio, ma logico. Su LinkedIn ci sono oltre 1,7 milioni di gruppi dedicati non solo alle singole aziende ma anche alla creazione di reti, alle organizzazioni e a temi specifici. Iscrivendoti a un gruppo avrai accesso a esperti, persone che condividono gli stessi interessi o idee e, chissà, anche potenziali datori di lavoro.

Ricerca di un lavoro: la ricerca di lavoro su LinkedIn funziona in modo simile a molti altri motori di ricerca di lavoro, in quanto è possibile cercare ruoli aperti e presentare la propria candidatura. Oltre all’opzione di ricerca manuale, il sito ti consiglierà anche lavori in base al tuo profilo e ai tuoi interessi professionali (vedi sotto). Può essere un ottimo modo per venire rapidamente a conoscenza delle posizioni interessanti pubblicate direttamente dai datori di lavoro.

Attiva i tuoi interessi di carriera: questa opzione, disponibile nella scheda «Lavoro», ti consente di comunicare ai selezionatori che sei alla ricerca di un lavoro. Puoi specificare le posizioni professionali a cui sei interessato, le sedi, i tipi di contratto, i settori e le date di inizio. Attiva l’opzione «interessi di carriera» e compila le informazioni nel modo più completo possibile per manifestare il tuo interesse ai potenziali datori di lavoro.

Ottieni la conferma delle tue competenze: è facile redigere un elenco di competenze ma, in genere, un datore di lavoro non ha modo di giudicare quanto sia accurato tale elenco. Ed è qui che entra in gioco la funzione «competenze e conferme». Le competenze confermate rispecchiano qualcosa in più rispetto alla tua opinione: forniscono un livello di rassicurazione aggiuntiva per i selezionatori.

Twitter

Ogni giorno su Twitter vengono inviati circa 500 milioni di tweet, il che lo rende una ricca fonte di informazioni, ultime tendenze e notizie. È anche un ottimo posto per cercare opportunità di lavoro, soprattutto se ti piace fare le ricerche mentre sei in movimento.

Segui gli hashtag: la maggior parte dei selezionatori usa gli hashtag quando pubblicizza posizioni aperte su Twitter. Una ricerca rapida e regolare di hashtag generali come #job e di quelli più specifici, se sei interessato a una particolare azienda o a un ruolo specifico, porterà direttamente a tua conoscenza le opportunità disponibili.

Segui i leader: ogni settore ha le sue aziende leader e i suoi influencer. Seguire queste persone e organizzazioni non solo espande la tua rete, ma ti fornisce anche accesso immediato ai loro ultimi tweet.

Scrivi tweet mirati: scrivere un tweet su un particolare settore o argomento è un modo semplice per manifestare il tuo interesse. Potresti anche scoprire che ottieni follower più rilevanti in questo modo, o identificare gli account utili da seguire.

Ricerca di un lavoro: sebbene Twitter non possieda una funzione di ricerca di lavoro classica e integrata come LinkedIn, siti web quali Jobs By Twitter e Twit Job Seek possono essere di aiuto. Non devi far altro che seguire le istruzioni dei siti per trovare le opportunità di lavoro che ti interessano.

Facebook

Facebook è probabilmente il meno ovvio dei social network quando si tratta di trovare lavoro, ma ciò non significa che non abbia nulla da offrire. È ancora il sito di reti sociali più ampio e più utilizzato al mondo, con una media di quasi 1,5 miliardi di utenti attivi al giorno. Considera poi che oltre 60 milioni di aziende hanno una pagina Facebook e capirai perché la presenza di questo sito nell’elenco è pienamente giustificata.

Espandi la tua rete: il passo più semplice su Facebook è partecipare ai gruppi pertinenti e dare il «Mi piace» alle pagine delle persone e delle aziende che ti interessano. In questo modo avrai immediatamente accesso a tutte le loro ultime notizie e ai loro annunci di lavoro. Puoi anche regolare le impostazioni del tuo account per accertarti di ricevere e-mail di notifica ogni volta che pubblicano qualcosa, così da non perdere nessuna opportunità.

Crea un profilo dedicato per la ricerca di lavoro: se vuoi fare un salto di qualità, ti potrebbe risultare utile creare un profilo «professionale» completamente nuovo. In questo modo disporrai di uno spazio «incontaminato» in cui vendere il tuo talento, mentre potrai continuare a usare il tuo profilo privato come uno spazio personale in cui pubblicare foto delle vacanze e meme divertenti.

Suggerimenti generali

Mantieni aggiornato il tuo profilo: qualunque sia la piattaforma di social media che decidi di utilizzare, la forza del tuo profilo è pari soltanto a quella delle informazioni che contiene. Mantieni il tuo profilo dettagliato, pertinente e aggiornato per ottimizzare il tuo potenziale di reclutamento.

La professionalità innanzitutto: i social media incoraggiano un certo grado di informalità, che può andar bene quando comunichi con i tuoi amici ma i selezionatori sono alla ricerca di qualcosa di più professionale. Pensa a chi è il tuo pubblico e a come dovresti rivolgerti alle persone che ti interessano prima di fare clic sul pulsante «Pubblica». E ricordati che i siti di social media hanno la memoria lunga: non trovarti a dover rimpiangere un post o tweet di cinque anni fa!

È tutto: questi sono i nostri principali suggerimenti per l’utilizzo dei social media nella ricerca di lavoro. Adesso sta a te darti da fare e mettere a frutto questi consigli. Buona fortuna!

Articolo redatto in partenariato con EURES, il portale europeo della mobilità professionale

 

Link correlati

LinkedIn

Twitter

Facebook

 

Per saperne di più

Giornate europee del lavoro

Drop’pin@EURES

Trova un consulenteEURES

Condizioni di vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

 

Temi
Suggerimenti e ideeSocial mediaGioventù
Settore
Accomodation and food service activitiesActivities of extraterritorial organisations and bodiesActivities of households as employers, undifferentiated goods- and servicesAdministrative and support service activitiesAgriculture, forestry and fishingArts, entertainment and recreationConstructionEducationElectricity, gas, steam and air conditioning supplyFinancial and insurance activitiesHuman health and social work activitiesInformation and communicationManufacturingMining and quarryingOther service activitiesProfessional, scientific and technical activitiesPublic administration and defence; compulsory social securityReal estate activitiesTransportation and storageWater supply, sewerage, waste management and remediation activitiesWholesale and retail trade; repair of motor vehicles and motorcycles

Disclaimer

Gli articoli hanno lo scopo di fornire agli utenti del portale EURES informazioni su temi e tendenze attuali e di stimolare la discussione e il dibattito. Il loro contenuto non riflette necessariamente il punto di vista dell'Autorità europea del lavoro (ELA) o della Commissione europea. Inoltre, EURES ed ELA non approvano i siti Web di terzi sopra menzionati.