Skip to main content
Logo della Commissione europea
EURES
Articolo22 dicembre 2021Autorità europea del lavoro, Direzione generale per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione

Come favorire il benessere dei dipendenti dopo la COVID-19

Il benessere è divenuto un argomento sempre più al centro dell’attenzione durante la pandemia, in un contesto in cui i lavoratori dipendenti di tutto il mondo si sono trovati a ricercare un nuovo equilibrio tra vita professionale e vita privata lavorando da casa. Leggi i nostri cinque consigli principali per assicurare la sicurezza e la salute del personale dopo la crisi.

How to foster wellbeing among employees post COVID-19
How to foster wellbeing among employees post COVID-19
EURES
  1. Assicurati che tuoi dipendenti si sentano al sicuro

Nel contesto pandemico per molti uscire di casa e trovarsi in grandi gruppi di persone è divenuto motivo di apprensione. È importante non solo rassicurare i tuoi dipendenti, ma anche garantire l’applicazione dei protocolli corretti, in modo che si sentano al sicuro quando svolgono le proprie mansioni sul luogo di lavoro. A tal fine, si potrebbe creare un sistema di prenotazione delle postazioni, imporre un limite al numero di persone presenti, fornire disinfettanti e mascherine, assicurare una pulizia accurata del posto di lavoro ogni giorno, permettere ai dipendenti di lavorare dove si sentono a loro agio e chiedere quali condizioni potrebbero accrescere il loro benessere in futuro.

  1. Ascolta i tuoi dipendenti

Il modo più semplice per sapere come una persona si sente è parlarle direttamente. L’organizzazione di incontri periodici di aggiornamento, in modalità virtuale o in presenza, può avere un grande impatto positivo sulla giornata di una persona. Conversazioni cordiali daranno ai dipendenti l’opportunità di dirti se stanno affrontando qualche problema, permettendoti di aiutarli a trovare una soluzione prima che la situazione peggiori. Fare in modo di dare ascolto alle preoccupazioni dei membri del personale migliorerà il loro benessere generale e il morale sul lavoro. Altri modi per informarsi su come le persone si sentono possono essere sondaggi anonimi, discussioni di gruppo e moduli di feedback.

  1. Crea e promuovi modi che permettano alle persone di chiedere consiglio

Se una persona deve affrontare un problema al lavoro o a casa, potrebbe trarre beneficio dall’avere qualcuno con cui parlare. Valuta la possibilità di riunire un gruppo di volontari per la promozione del benessere, a cui i dipendenti possano rivolgersi per conversazioni riservate e orientamento. Poiché i dipendenti potrebbero non sentirsi a loro agio nel parlare con membri del loro stesso gruppo di lavoro, assicurati di coinvolgere membri di vari dipartimenti. Anche l’organizzazione di un corso di formazione sul benessere potrà dotare il personale di strumenti migliori per sostenere gli altri e migliorare la qualità della consulenza offerta.

  1. Rendi la salute mentale una priorità

Oggi si parla più apertamente di salute mentale e benessere sul luogo di lavoro. Molti datori di lavoro hanno adottato iniziative per rendere l’argomento una priorità e includerlo nelle loro politiche del lavoro, per esempio citandolo come motivo per prendere un giorno di ferie e adottando misure per mantenere il benessere. In tal senso, sono state introdotte forme di sostegno come il counselling per coloro che sono in difficoltà. Promuovendo il benessere e sensibilizzando a questo tema sul lavoro è possibile contribuire a prevenire la malattia mentale, rendendo i lavoratori più felici e più sicuri.

  1. Abbraccia i cambiamenti causati dalla pandemia

La pandemia ha determinato molti cambiamenti, soprattutto in relazione al lavoro. Questo, pur provocando molta incertezza tra i dipendenti, rappresenta anche un’opportunità di sviluppo per le imprese. Ristrutturare, rimettere a fuoco e ricostruire può essere un compito entusiasmante e creare maggiori opportunità per il personale. Abbracciando tali cambiamenti e adattandosi a essi, i tuoi collaboratori possono sentirsi motivati, invece che preoccupati, e guardare con interesse al futuro. Sfruttare al meglio i nuovi cambiamenti contribuirà anche a rendere la tua organizzazione adeguata alle esigenze future, ad esempio continuando a usare efficacemente le piattaforme online e offrendo politiche di lavoro flessibili o ibride.

Per saperne di più sulla gestione dei dipendenti dopo la COVID-19, vedi il nostro documento Come motivare i lavoratori dipendenti che tornano al lavoro dopo la COVID-19.

 

Link correlati

Come motivare i lavoratori dipendenti che tornano al lavoro dopo la COVID-19

 

Per saperne di più

Giornate europee del lavoro

Trova consulenti EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

    Temi
    Suggerimenti e idee
    Settore
    Accomodation and food service activitiesActivities of extraterritorial organisations and bodiesActivities of households as employers, undifferentiated goods- and servicesAdministrative and support service activitiesAgriculture, forestry and fishingArts, entertainment and recreationConstructionEducationElectricity, gas, steam and air conditioning supplyFinancial and insurance activitiesHuman health and social work activitiesInformation and communicationManufacturingMining and quarryingOther service activitiesProfessional, scientific and technical activitiesPublic administration and defence; compulsory social securityReal estate activitiesTransportation and storageWater supply, sewerage, waste management and remediation activitiesWholesale and retail trade; repair of motor vehicles and motorcycles

    Disclaimer

    Gli articoli hanno lo scopo di fornire agli utenti del portale EURES informazioni su temi e tendenze attuali e di stimolare la discussione e il dibattito. Il loro contenuto non riflette necessariamente il punto di vista dell'Autorità europea del lavoro (ELA) o della Commissione europea. Inoltre, EURES ed ELA non approvano i siti Web di terzi sopra menzionati.